Come coltivare i pomodori in vaso o nell’orto

Appartiene alle Solanaceae e alimento simbolo della dieta mediterranea, il pomodoro è un vero e proprio concentrato di proprietà benefiche per la salute, perfetto per la preparazione di tantissime ricette diverse. In grado di prevenire alcune forme di tumore e malattie degenerative,  i pomodori sono un alimento originario delle zone tropicali e subtropicali dell’America Latina.

I pomodori contengono vitamine, fibre e sali minerali importanti come ferro, zinco, selenio, fosforo e calcio. Fortemente antiossidante grazie alla presenza del licopene e della vitamina C, il pomodoro inoltre favorisce la digestione, stimola l’appetito e rigenera i tessuti.

Può essere la causa di eventuali reazioni allergiche, anche molto forti, se non si tollera l’istamina e la solanina, una sostanza presente soprattutto nel pomodoro verde, anche se nel pomodoro maturo e con la cottura, il potere allergogeno diminuisce.

In genere, la pianta del pomodoro produce i suoi frutti circa 40 o 50 giorni dopo la semina. Se non avete un orto o un giardino, potete coltivare i pomodori anche in vaso: vi basterà far crescere le piantine in un punto soleggiato del balcone o della terrazza. Il raccolto avviene in estate ma in alcuni casi può prolungarsi fino all’autunno.

LA SEMINA
La semina dei pomodori si effettua durante i mesi di gennaio e febbraio in semenzaio al caldo, per poi procedere al trapianto nei mesi di marzo e aprile.

IL TRAPIANTO
Se invece volete procedere con la coltivazione a partire dalle piantine, aspettate il mese di aprile. Dopo averle acquistate, disponetele nel terreno o nei vasi in file distanziate l’una dall’altra di almeno 12 centimetri cercate di interrarle ad almeno cinque centimetri di profondità e non dimenticate di aggiungere fertilizzante organico o compost.

LA COLTIVAZIONE
Siccome le piante dei pomodori sono rampicanti, dopo averle interrate, legate ciascuna di esse ad un bastoncino in modo in modo tale che possano crescere in posizione verticale e tenere sollevati i rami con i frutti.  Annaffiate almeno una-due volte a settimana, preferibilmente dopo il tramonto durante le ore più fresche della giornata.

Se effettuate la coltivazione in vaso, sceglietene uno con un diametro tra i 20 e i 30 centimetri ed evitate i ristagni di acqua nei sottovasi.

Ricordate sempre di posizionare il vaso in un angolo soleggiato e riparato dal vento posizione soleggiata al riparo dai venti. Eliminate periodicamente le erbe infestanti e aggiungete dei sostegni

About Francesco Cocca

Consulente per: siti web, marketing, ecommerce, sicurezza informatica. Presidente Ass. Cultura Facile (www.culturafacile.it) - www.ecologia.me - Il portale completo del mondo green, corsi di formazione, bandi per le aziende, consigli per aiutare il pianeta. Interviste e casi studio. Contatti: info@ecologia.me